Batteria scarica dell’auto: i sintomi. Cosa fare e come riconoscere il suo stato

Batteria scarica | Come riconoscere lo stato della nostra batteria.

Quante volte ci è capitato di rimanere a piedi con la batteria scarica del nostro mezzo? A me più di una volta purtroppo! 😀

…ma poi con il tempo ho capito cosa sbagliavo! Ci sono degli accessori utilissimi che ci faranno risparmiare molti soldi e tempo se utilizzati correttamente.

Cominciamo dicendo che le batterie dei nostri mezzi non sono eterne. Anche se vengono trattate bene nel tempo, temono l’eccessivo caldo, il troppo freddo, i periodi d’inutilizzo ecc. La vita media di una batteria sono tre anni se trattata bene.

Come accorgersi che la nostra batteria ci sta per abbandonare?

Sintomi di una batteria di un’auto scarica:

  1. Internamente le batterie contengono acido (foto). Quando vedrete che il livello del liquido  è già a meta della batteria significa che si è consumato oppure è evaporato con il tempo. È ora di portarla a far controllare o sostituirla e spendere parecchi soldini.

    batteria scarica livello acidi
    Livello liquido batteria
  2. Quando proviamo ad accendere il nostro veicolo possiamo accorgerci che la batteria si sta scaricando osservano le luci durante l’avviamento del motore. Se tendono ad affiocarsi troppo e il motorino di avviamento fatica a girare sono chiari segnali che la batteria si sta scaricando. Anche in questo caso affrettiamoci a farla controllare per non avere spiacevoli sorprese.
  3. L’ultimo segnale lo percepiamo quando ormai è troppo tardi. Il motorino di avviamento non gira più e quando proveremo a girare il quadro della macchina o moto noterete che tutte le spie sul cruscotto tendono a spegnersi completamente…Li non avrete più speranze, la batteria scarica va sostituita.

Come evitare tutto questo?

  1. Utilizziamo i mantenitori di carica nei mesi invernali/estivi quando non si utilizza il mezzo per diverso tempo. Questa è una delle cose più importanti da fare. Purtroppo non basta solamente accendere la macchina 10 minuti per far ricaricare la batteria.
  2. Controlliamo sempre il livello del liquido della batteria. Se il liquido si abbassa possiamo aggiungere dell’acqua demineralizzata. (attenzione una batteria scarica o completamente scarica anche aggiungendo acqua demineralizzata non riuscirà più ad avere una corrente di spunto sufficiente a far partire il mezzo)
  3. Muniamoci di jump starter o avviatori di emergenza . Vengono utilizzati quando la nostra batteria non riesce a far avviare l’auto oppure è completamente scarica. Ne abbiamo recensiti alcuni per voi nella sezione dedicata.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.