Desolfatore per batterie: a cosa serve e come si usa.

Desolfatore per batterie: caratteristiche e funzionamento.

Oggi parliamo del desolfatore per batterie a piombo. Pochi di noi sanno effettivamente a cosa serve e come si utilizza questo apparecchio.

Come indica il nome “desolfatore”, viene utilizzato per rimuovere i depositi di solfati che si formano sulle batterie dei nostri mezzi (viene utilizzato molto in ambito nautico e nei camper).
I solfati sono dei cristalli che si accumulano nelle piastre di piombo contenute nelle batterie quando queste ultime subiscono un periodo di scarica medio lungo. Più le batterie vengono mantenute scariche (o con brevi ricariche) e più si accumulano i solfati sulle piastre.

Come si rigenera una batteria?

Il desolfatore, tramite degli impulsi elimina questi depositi dalle piastre, ripristinando le batterie che hanno ancora una carica parziale.
Utilizzato insieme ai mantenitori di carica, ci permette di allungare la vita delle nostre batterie.

desolfatore per batterie

Funzionamento.

Il funzionamento del desolfatore è molto semplice. Viene collegato in parallelo insieme al carica batterie sui poli della batteria stessa (attenzione a collegare i poli nel modo corretto). Una volta collegato inizierà ad inviare impulsi e partirà la ricarica della batteria.
Solitamente 24/48 ore sono sufficienti per un ciclio di desolfatazione.
Alcune batterie potrebbero necessitare di più cicli di desolfatazione in base alla capacità e allo stato della batteria.


[amazon_link asins=’B01JUW3LLS,B01MZZ4MST’ template=’ProductGrid’ store=’zonaauto-21′ marketplace=’IT’ link_id=’68bfd913-1e5b-11e7-b39b-19e5c6483272′]

16 pensieri riguardo “Desolfatore per batterie: a cosa serve e come si usa.”

    1. Salve,
      no solitamente vanno utilizzati per 48 ore per completare un ciclio di desolfatazione. Poi va staccato.

      Saluti

  1. una autovettura bmw ha un circuito elettronico montato sopra la batteria il tutto nel bagagliaio
    se io collego il desolfatore nel vano motore ossia a 4 metri di distanza, l’impulso deve prima passare nel circuito elettronico
    l’impulso passa o é bloccato?
    ossia si puo’ usare su una batteria collegata o devo togliere la batteria dall’autoveicolo?

    grazie renato

    1. Salve Renato,
      Ritengo che sia necessario togliere la batteria dal veicolo, o comunque isolare almeno un polo dal circuito.
      Consideri che un ciclo del desolfatore solitamente dura 48 ore.
      Grazie

  2. Un caricabatterie con funzione di desolfatore incorporato di alta qualità ha la stessa efficacia di un desolfatore esterno che fa solo quello?

  3. Se prendo un caricabatterie elettronico con tutte le protezioni elettroniche con in più la funzione di desolfazione incorporata che mentre ricarica desolfata la batteria, devo staccare i poli?

  4. Se collego fisso il desolfatatore alla batteria sull’auto come fa a desolfatare la batteria se ci vuole 48 ore? Mica guido la macchina per 48 ore!?

  5. Il desolfatatore deve essere collegato alla batteria sull’auto? O va tolta la batteria dall’auto e poi collegato?

  6. Come faccio a desolfatare un parco batterie collegate in parallelo (impianto fotovoltaico)? Le devo isolare e desolfatare singolarmente? Staccarle anche dal regolatore di carica? Grazie.

    1. Ciao,

      purtroppo non ti so aiutare con le batterie del fotovoltaico. Non sono sicuro se possono essere desolfatate.

  7. Ho provato il desolforatore, ma la batteria si è guastata del tutto, non carica più di 8 volt mettendo un caricabatterie la corrente di carica cresce e la ensione della batteria rimane a 8volt.

    1. Ciao vincenzo,

      quanti anni ha la batteria? è la tipologia a gel? potrebbero essere necessari più cicli di desolfatazione, oppure se hai raggiunto gli anni di “età” della battera, non ci puoi piu fare niente. Dopo circa 4 anni le attuali batterie in vendita per le auto, si esauriscono completamente perchè si crea un cortocircuito interno.
      I primi due anni vanno bene, dal terzo inizi un po a rischiare, dal 4 anno ogni girno puo lasciarti a piedi.
      Purtroppo non danno più segni di cedimento coem succedeva una volta, ma da un giorno all’altro non ti parte più l’automobile, se hai raggiunto l’eta della batteria. (testato personalmente)

      Ciao

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *